Cosa vedere a Pisa

La torre pendente...non é che l'inizio.

Pisa, spesso, é confusa nel mondo con la Torre di Pisa, che é certo il monumento piú famoso della cittá ma in effetti, almeno per mio parere, non il piú rappresentativo.

Limitare la visita a Pisa alla sola Torre Pendente significa sprecare l'occasione di scoprire una cittá tra le piú belle d'Italia, il mio personale consiglio é di evitare la visita "mordi e fuggi" di poche ore e di riservare alla scoperta di Pisa almeno un week end.

Voglio suggerirvi un itinerario per visitare Pisa in 3 giorni, il soggiorno minimo per poter vedere almeno quello che ritengo imperdibile.

week end a Pisa

Il turista che viene a visitare Pisa per la prima volta é subito spinto dalla curiositá di vedere la Torre Pendente (chiamata anche semplicemente Torre di Pisa)..per questo motivo, é proprio da Piazza dei Miracoli che inizia il nostro "tour" della cittá e dei suoi luoghi "imperdibili" da ricordare!

Piazza dei Miracoli, o Piazza del Duomo di Pisa, annoverata anche tra i patrimoni dell'umanitá e la cui costruzione risale al secolo XI-XII é sede proprio della Torre Pendente oltre che del Battistero, della Cattedrale, del Museo delle Sinopie, del Camposanto Monumentale.

Piazza dei miracoli

In Piazza dei Mirascoli, o Piazza del Duomo di Pisa, oltre alla Torre Pendente troviamo il Battistero, la Cattedrale, il Museo delle Sinopie, il Camposanto Monumentale.

Il Battistero, il Duomo ed il Camposanto monumentale rappresentano rispettivamente un evento della condizione umana: la nascita, la vita e la morte.

Il nome "Piazza dei Miracoli" é stato attribuito a D'annunzio, il quale appena attraversó il varco di ingresso dalle mura di cinta, venne colpito dalla bellezza di questi monumenti poggiati su un verde tappeto erboso.
Sul sito dell'Opera Primaziale Pisana www.opapisa.it é possibile reperire le informazioni sugli orari di apertura e i costi dei biglietti per visitare questi monumenti e solo per la Torre pendente é possibile acquistare i biglietti online.

Di fronte alla Cattedrale é collocato il particolarissimo Museo delle Sinopie che in origine era stato fondato come Ospedale Nuovo di Spirito Santo dal Papa Alessandro per accogliere i pellegrini, i poveri e i bambini abbandonati, mentre adesso é il luogo in cui si conservano appunto le sinopie, ossia gli abbozzi preparatori degli affreschi fatti con della terra rossa su un primo strato di intonaco che furono scoperti durante la seconda guerra mondiale quando gli affreschi conservati nel Camposanto vennero gravemente danneggiati.

Da qui, avviandosi in via Santa Maria, merita una visita la Domus Galileana in cui sono custoditi i documenti riguardanti la figura di Galileo Galilei e il suo pensiero scientifico. Qui ci sono gli antichi strumenti di calcolo con i quali Galileo fece importanti esperimenti come la caduta dei gravi e il piano inclinato. All'interno dell'antico edificio é possibile visitare anche l'osservatorio astronomico. www.domusgalilaeana.it
L'originale telescopio é invece custodito nel Palazzo Reale sul lungarno Pacinotti.

Poco distante da piazza dei Miracoli (altro nome di piazza del Duomo di Pisa), in una traversa di via Santa Maria, in via Ghini 5,suggeriamo la visita all'orto botanico, voluto dal Cosimo de Medici nel 1543-1544 www.biologia.unipi.it/ortobotanico; un antico e meraviglioso giardino in cui si conservano rarissime specie di piante.

Per approfondimenti: Torre Pendente di Pisa

Il Borgo nel centro storico di Pisa

Uscendo dalle mura che racchiudono Piazza dei Miracoli, avviandoci in direzione Borgo, troviamo il Cimitero Ebraico, in Largo Cocco Griffi 10, uno dei piú antichi in Europa.
Poco piú avanti invece incontriamo una struttura molto particolare e risalante all'epoca romana: i Bagni di Nerone. Il nome deriva dall'essere un'antica struttura termale che si trovava all'interno di un antico palazzo appartenuto proprio all'Imperatore Nerone. Una parte dei resti rimangono ancora oggi sotto il livello stradale e non sono visibili.
Davanti a questo sito archeologico, c'é poi la Chiesa di San Torpé, il cui nome é legato alla leggenda di Torpé, ufficiale della corte di Nerone, convertitosi al Cristianesimo e battezzato proprio in questa Chiesa.
A questo punto possiamo proseguire entrando in "Borgo Stretto", il quartiere piú antico di Pisa caratterizzato dalle costruzioni storiche, dalle sue piccole vie e vicoletti. La via principale si attraversa lungo portici lungo i quali si possono ammirare numerosi affreschi sui soffitti a volta. Molte delle originarie abitazioni hanno le scale in pietra serena e qui un tempo durante il medioevo vivevano e avevano le loro botteghe i commercianti.
La zona é ricca anche di svariati locali, ristoranti ed enoteche dove poter gustare i piú prelibati piatti e vini della tradizione toscana e dove dopo tanto osservare e camminare ci si puó fermare a cenare in attesa del nuovo giorno in cui proseguire con la visita della cittá!

Piazze e Palazzi di Pisa

Ripartendo proprio da Borgo Stretto, maggari nella seconda giornata di soggiorno in cittá, ci si puó dedicare alla visita delle sue bellissime e particolarissime piazze, ognuna con la sua storia da scoprire: Piazza Santa Caterina, sede dell'omonima Chiesa, al cui interno é possibile ammirare famosi dipinti e sculture di vari artisti e ad essa era annesso anche un antico ospedale.

Qui vicino c'é anche una famosa "porta" di Pisa: Porta di San Zeno, dove rimangono i resti di un'antica abbazia risalente all'anno 1000 dedicata al Vescovo di Verona San Zeno. Il Vescovo viene ricordato per la sua cultura e per le sue animate prediche contro il paganesimo e l'eresia, grazie alle quali riuscí a convertire numerosi pagani. L'Abbazia di San Zeno ha subito nel corso dei secoli numerosi cambiamenti, infatti si possono facilmente notare differenti stili architettonici che si sono susseguiti all'originaria struttura pagana, lasciando al tempo stesso molti ruderi di epoca romana, tanto da far chiamare questo luogo alle "grotte".

Un'altra piazza famossima a Pisa che si raggiunge facilmente da una via laterale di Borgo, é Piazza dei Cavalieri, un tempo chiamata Piazza delle sette vie, in quanto qui venivano svolti tutti gli "affari" cittadini. Sulla piazza incontriamo importanti edifici: la Scuola Normale Superiore, la Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri, la biblioteca della Normale, il Palazzo un tempo residenza del Podestá. Per approfondimenti: Piazza dei Cavalieri

Sempre in questa zona, da una trasversale, girando a destra si arriva in Piazza Dante, in cui originariamente sorgeva un'antica villa romana di epoca augustea, mentre durante il medioevo era la sede del mercato del grano. Attualmente é invece una piazza frequentata dagli studenti universitari per via delle presenza di varie facoltá e dipartimenti.

Svoltando invece sulla sinistra si arriva in Piazza delle Vettovaglie, un tempo chiamata Piazza dei Porci, in quanto qui si commerciavano cereali, salumi, formaggi, olio e alimenti vari. Anche oggi qui ci sono svariate bancherelle, enoteche e botteghe varie che attraggono l'attenzione e la curiositá dei turisti.

Continuando a passeggiare in direzione lungarno, si arriva in Piazza Garibaldi. Qui spicca la statua di Giuseppe Garibaldi, che fronteggia il Palazzo Casino dei Nobili, un edificio in stile barocco costruito intorno alla metá del Settecento dai frati di Nicosia che dal 1754 serví alla nobiltá pisana come luogo di ritrovo e intrattenimento.

Da questa piazza non si puó poi non essere attratti dalla suggestiva vista del Palazzo Blu per il colore e la bellezza, situato sul lungarno Gambacorti 9. Il colore é originale, nonostante per secoli sia rimasto coperto da altre colorazioni e probabilmente risaliva al gusto di ospiti di San Pietroburgo che soggiornarono nel palazzo nel XVIII secolo. Il palazzo ospita mostre sia permanenti che temporanee e al suo interno viene conservata anche la Collezione Opere d’Arte Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa www.palazzoblu.org.

Passeggiando lungo i Lungarni di Pisa sono comunque molti gli antichi palazzi che si possono ammirare su entrambi i lati, ognuno con la sua storia da raccontare...
Da menzionare per la sua particolare bellezza é anche una piccola Chiesa, sul lungarno Gambacorti, Chiesa di Santa Maria della Spina, la quale prende il nome perché al suo interno é stata conservata nei secoli una Spina della corona del Cristo, che attualmente é invece conservata nella chiesa di S. Chiara, nell'onomimo ospedale. All'interno della piccola Chiesa della Spina periodicamente vengono allestite mostre ed esposizioni, ed é suggestivo affacciarsi dalle spallette di questo lato del lungarno per avere una bellissima visione della cittá.

Proseguendo piú avanti sul lungarno Sonnino, si arriva in una piazza grandissima, forse una delle piú grandi della cittá, immersa nel verde, su cui sorge la suggestiva Chiesa di San Paolo a Ripa d'Arno, conosciuta anche come il "Duomo vecchio" durante la costruzione della Cattedrale.
Infine sempre da questo lato del lungarno, si scorge un'altra caratteristica torre di Pisa, anche se non pendente....la Torre Guelfa della Cittadella Vecchia, da cui si puó ammirare una bellissima vista della cittá dalla sua sommitá, mentre all'interno si possono visitare gli antichi stemmi familiari scolpiti di Capitani e Commissari Fiorentini che hanno governato la cittá.

L'ultimo giorno di soggiorno, si puó infine dedicare alla visita, a scelta, degli importanti Musei e Collezioni che Pisa ospita (per visitarli tutti é evidente che non puó essere sufficiente una giornata)

 
 

DA MARZO 2012 CHI SOGGIORNA A PISA DOVRA' PAGARE UNA TASSA DI SOGGIORNO IL CUI COSTO SI SOMMERA' AL COSTO DELLE CAMERE
Tale prezzo dipenderà dalla classe della struttura e dalla stagione. Chiedete direttamente al gestore della struttura di comunicarvi tale costo aggiuntivo.

Attenzione: Con il termine bed and breakfast si identificano nel linguaggio comune diverse tipologie di strutture che in realtà possono essere più propriamente affittacamere o case vacanze. Tutte queste strutture affittano per periodi più o meno lunghi ma la differenza principale sta nei servizi che offrono. La differenza tra affittacamere, b&b e case vacanze a Pisa potete leggerla qui, in generale vi consigliamo di valutare le strutture in base ai servizi che offrono per trovare quella che soddisfa maggiormente le vostre aspettative.

 

preventivo sito web - realizzazione siti web Firenze

back to top